IMPOLLINATORI UNITEVI!

L’attuale vitale agricoltura, con la sua voracità del suolo per incrementare le superproduzioni (beneficiando molto il primo mondo, quello del “benessere”-1), hanno ricadute sempre maggiori sulla natura. Quando si pensa che, da secoli di filosofia e conseguente pratica dell’Uomo dominatore della Natura, ci siamo impoveriti globalmente di specie vegetali e animali, viene da dubitare che la strada intrapresa sia la più sicura. Come riferisce l’ultima relazione FAO 2020, l’agricoltura consuma anche “sorella” acqua (dolce) per circa il 70%, ed è la maggiore fonte del suo inquinamento (1).

Continua a leggere

MULSUM, il vino al miele dell’antica Roma

vino romaIl vino, dopo l’acqua, era la bevanda più utilizzata nel mondo romano antico. Properzio parlava del vino come il rimedio agli affanni, Orazio sosteneva che contribuisse ad allontanare le preoccupazioni e Seneca ricorda come in particolari circostanze gli effetti del vino possano essere efficaci per sciogliere le preoccupazioni e guarire dalla tristezza, ricordando però sempre che bisognava essere moderati nell’uso del vino. Continua a leggere

POLLINE ABBRONZATURA E DIETA

Abbronzatura e dieta sono due parole associate all’estate ed il polline prodotto dalle api è il loro migliore alleato. Nel polline (meglio fresco surgelato, che essiccato) sono contenuti numerosi aminoacidi essenziali fra i quali è presente la FENILALANINA a partire dalla quale il nostro organismo sintetizza la TIROSINA. La Tirosina, a sua volta, è il precursore di numerose altre molecole fra le quali la MELANINA il pigmento che la nostra pelle sintetizza per proteggersi dai raggi solari e che ci dona la tanto ricercata abbronzatura. Continua a leggere